Qualunque cosa può emozionare...anche una semplice tazzina di caffè

venerdì 23 dicembre 2011

Menù Natalizio Made in Sicily


 

  
Intanto Buon Natale a tutti: siamo già alla previgilia
Saltellando quà e là per il web ho trovato delle ottime ricette (mi sembrano anche abbastanza semplici da realizzare) e ho deciso di condividerle con voi.
Questa prima foto la posto non come menù natalizio ma in quanto prelibatezza della nostra tradizione (vero fiore all'occhiello delle nostre calde giornate estive):
" A granita e a brioscia co tuppu"
"La granita e la brioche con lo chignon"

 
2476123797_24a6ba14af_z_large

 Dunque il menù prevede:
Antipasto con crostini siciliani, panelle e cardi in pastella
Primi piatti con pasta gratinata con melanzane e zucchine, pasta con le sarde, pasta alla norma
Secondi piatti con scaloppine a marsala, involtini siciliani, falsomagro
Dolce con buccellato e cannoli
Sorbetto al limone
Cominciamo con gli antipasti:
CROSTINI SICILIANI.

  Semplici da fare ma allo stesso tempo gustosi proprio tipici della Sicilia. Come ingredienti per 4 persone servono 4-8 fette di pane, 5 dl di olio per friggere, 1 cucchiaino di zucchero, 2 cucchiai aceto bianco, 1 cucchiaio capperi, 1 cucchiaio di pinoli, 1 cucchiaio di uva passa, 1 cucchiaio di cedro candito e 2 pomodori maturi. Vediamo ora come fare questo splendido antipasto.
Dividete le fette di pane a metà e asportatene la crosta con cura. Fate scaldare l’olio in una padella e lasciatevi friggere il pane finchè non assume un bel colore dorato da entrambi i lati. Fate asciugare su carta assorbente. Fate bollire l’aceto e lo zucchero con 2 cucchiai d’acqua. Unite i capperi, i pinoli, l’uva passa, il cedro e i pomodori tagliati a cubetti. Fate cuocere per 5 cinque minuti mescolando con cura. Distribuite il ricavatato sui crostini ed ecco pronti in tavola i crostini siciliani.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                        PANELLE SICILIANE
(cioè frittatine con farina di ceci)

Ingredienti x 4 persone

 
•600 gr. di Farina Di Ceci
•Olio D oliva (o Strutto)
•Sale
•Prezzemolo Tritato (facoltativo)
•Alcune Gocce di Limone
Preparazione

Sciogliere la farina di ceci in acqua moderatamente salata, girando con la paletta di legno sempre nello stesso senso, per ottenere una pasta soffice e priva di grumi. Quando la pasta si stacca dalla pentola va versata negli appositi stampi di legno oleato o sul marmo, dove va spianata all’altezza di circa mezzo centimetro. Appena la pasta raffredda, tagliare a listarelle o quadrati: questi vanno fritti nell’olio bollente o strutto. I palermitani mangiano pane e panelle, cioè alcune panelle fritte, ancora calde, entro il pane appena sfornato, tagliato a metà, con qualche goccia di limone e sale. Talvolta, entro la farina di ceci compare anche il prezzemolo tritato.

 

 
 

 

 

CARDI IN PASTELLA
Ingredienti

 •Cardi freschi
•Per la pastella: farina 00
•acqua
•sale
•bicarbonato (la punta di un cucchiaino)
•succo di limone
•olio extra v. di oliva
Preparazione

Sbollentare i cardi in acqua salata dopo averli puliti (eliminando le estremità e le parti dure) e lasciarli a bagno mezz’ora in acqua e limone. Una volta cotti scolarli e tagliarli a tocchetti di circa 4-5 cm di lunghezza. Mescolare attentamente la farina con l’acqua senza formare grumi. Aggiungere il sale e poi il bicarbonato. Spremervi sopra il succo di limone.
Quando quest’ultimo ha finito di “friggere” sul bicarbonato mescolare il tutto.
Intanto in una padella far scaldare dell’olio extra v. di oliva. Prendere un paio di pezzetti di cardi e immergerli nella pastella, poi aiutandovi con una forchetta e un cucchiaio tirateli su facendo attenzione a far gocciolare l’eccesso di pastella e friggere in padella.
Dorare da entrambi i lati e mangiare caldi caldi!
I cardi hanno solitamente un gusto abbastanza particolare, non sempre sono apprezzati, però se cucinati con la pastella diventano deliziosi stuzzichini o antipastini da leccarsi i baffi!!!

 


 

 

 

 

 

 

 

 

Passiamo ai primi
 PASTA GRATINATA CON MELANZANE E ZUCCHINE
Ingredienti

•500 gr. di Melanzane
•500 gr. di Zucchine
•800 gr. di Polpa Di Pomodoro Fresca (o Polpa Di Pomodoro In Scatola)
•1 Mazzetto di Basilico
•1 Scalogno
•500 gr. di Pasta Tipo Penne rigate o Anelletti (o altro tipo a piacere)
•600 gr. di Mozzarella Di Bufala
•3 Uova
•150 gr. di Formaggio Parmigiano Reggiano
•Olio D oliva Extra-vergine
•Sale

 Preparazione
Le quantità sono da intendersi per 4 persone.
Lava e affetta melanzane e zucchine, asciugale bene e poi friggile utilizzando l’olio d’arachidi. Durante la frittura cambia spesso l’olio della padella. In una casseruola capace fai appassire lo scalogno (affettato sottilmente) in poco olio d’oliva e poi aggiungi i pomodori. Sala e fai sobbollire per 10 minuti mescolando ogni tanto. Unisci le verdure fritte al pomodoro e falle insaporire a fuoco basso per qualche minuto.
Lascia intiepidire il sugo. Cuoci la pasta in abbondante acqua salata bollente fino a metà cottura, scolala e freddala velocemente in acqua e ghiaccio. Uniscila al sugo assieme a metà del parmigiano, al basilico e a 2 delle uova (ben sbattute assieme a un pizzico di sale) in un tegame da forno metti la metà della pasta, sopra disponi uno strato di mozzarella a fettine e quindi copri con la pasta restante. Sbatti il resto del parmigiano assieme al terzo uovo e, con il composto ottenuto, spennella accuratamente la superficie della pasta.
Finisci la cottura in forno già caldo (200 gradi) per 10 minuti. Fai intiepidire prima di servire in tavola.

 

PASTA CON LE SARDE (antica ricetta sicula)
Ingredienti :

•1 kg. di bucatini
•1 Kg di sarde fresche
•500 gr. di finocchietto di montagna
•5-6 filetti di acciuga
•50 gr. di mandorle abbrustolite e tritate
•35 gr. di uvetta
•35 gr. di pinoli
•1 cipolla media
•1 pizzico di zafferano
•pangrattato
•sale q.b.
•pepe q.b.

Preparazione
pulite i finocchietti e lessateli in acqua salata, scolateli e conservate l’acqua di cottura in cui farete cuocere i bucatini.

Pulite adersso le sarde togliendo testa e spina dorsale. In un tegame largo e a bordi alti fate soffriggere la cipolla tritata con le acciughe che schiaccerete con una forchetta finchè non saranno sciolte.

Aggiungete l’uvetta, i pinoli e un pizzico di zafferano, versate i finocchietti tritati, metà delle sarde e condite con pepe nero macinato.

Fate cuocere a fuoco basso, mescolando ogni tanto, fino ad ottenere una salsa abbastanza omogenea.

Nell’acqua dei finocchietti, aggiustata di quantità e sale, fate cuocere i bucatini.

Prima di scolarli però mettete nell’acqua un pizzico di zafferano, poi scolateli e mescolate con 2/3 della salsa.

Versateli quindi in una teglia unta e cosparsa di pangrattato, scaldate la rimanente salsa aggiungendo un poco di olio e la restante metà delle sarde.

Ricoprite quindi la pasta con questa salsa, spolverate con le mandorle abbrustolite e tritate.

Mettete in forno caldo per 10 minuti circa per fare amalgamare il sapore.
Variante:
Potete condire i bucatini con tutta la salsa di sarde. In tal caso lasciate alcune sarde da parte che passerete nella farina e friggerete. Serviranno a guarnire il piatto da portata.

 

PASTA ALLA NORMA

 
Ingredienti
•360 gr. di penne rigate o maccheroni
•600 gr. di pomodori perini (quelli per fare la salsa)
•1 grossa melanzana
•ricotta salata da grattuggiare (non troppo stagionata)
•basilico
•1 spicchio di aglio
•olio extra vergine di oliva
Preparazione
Tagliate la melanzana a fette spesse 1 cm e disponetele a strati in uno scolapasta con un po’ di sale. Lasciatele per un’ora, con un peso sopra, a spurgare l’acqua di vegetazione. Preparate la salsa passando i pomodori nel passatutto.
Dopodiché mettete l’aglio in una casseruola con un po’ d’olio d’oliva extravergine e lasciatelo imbiondire. Aggiungete la passata di pomodoro, qualche foglia di basilico, un po’ di sale e lasciate cuocere per circa 15 minuti. Friggete le fette di melanzane in abbondante olio e poi asciugate l’olio in eccesso con della carta assorbente.
Tenete 4 fette intere per decorare i piatti, le altre tagliatele a listarelle e passatele nella casseruola della salsa di pomodoro. A questo punto mettete a cuocere la pasta, una volta cotta scolatela e ripassatela per pochi secondi nella casseruole della salsa.
Versate la pasta nei piatti, mettete sopra la fetta di melanzana intera e spolverate con abbondante ricotta salata grattuggiata.

 
 

SCALOPPINE AL MARSALA

Ingredienti

•700 gr. di fettine di vitello
•un bicchiere abbondante di vino marsalato
•farina 00
•burro
•sale
Preparazione
Battere la carne con un batticarne o altro, avendola bagnata leggermente cosìcchè non si rompa. Asciugarla e tagliarla in scaloppine di dimensioni medio-piccole, quindi infarinarla leggermente.
Scaldare una padella mettervi una grossa noce di burro, poi aggiungervi la carne e farla colorire bene da un lato prima di girarla. Una volta girata aspettare ancora qualche minuto e salare. Procedere così per tutte le fettine. All’ultimo preparare la salsina al marsala.
Rimettere in padella burro, sale e il vino.
Quando il vino è quasi tutto evaporato e si è formato il sugo versarlo sulle fettine di carne e servire ben caldo.

  

 

                                                     INVOLTINI ALLA SICILIANA

 
Ingredienti

 •600 gr. di Fesa Di Vitello A Fettine
•2 Carciofi
•50 gr. di Prosciutto Crudo
•1/2 Bicchiere di Vino Bianco
•50 gr. di Burro
•3 Cucchiai di Olio D oliva Extra-vergine
•1 Limone (succo)
•1/2 Bicchiere di Brodo Vegetale
•2 Cucchiai di Farina
•Sale
•Pepe
•Alcuni Cucchiai di Salsa Di Pomodoro (facoltativo)
Preparazione
Le quantità sono da intendersi per 4 persone.
Pulite i carciofi, togliete le foglie dure e le spine e scottateli per 5 minuti in acqua bollente, leggermente salata e acidulata con il succo di limone. Scolateli e lasciateli asciugare su un canovaccio. Tritate intanto il prosciutto, mettetelo in una terrina e impastatelo con il burro. Tagliate a piccoli spicchi i carciofi, stendete sul tagliere le fette di carne, ponete su ognuna un po’ dei composto e due spicchi di carciofo. Salate e pepate leggermente, arrotolate, legate gli involtini con il filo e passateli nella farina. Mettete l’olio in un tegame, fate imbiondire la cipolla e unite gli involtini, lasciandoli dorare da ogni parte. Unite il vino e continuate a cuocere a fiamma bassa, aggiungendo, se occorre, poco brodo caldo per volta. Una volta ben cotti, ponete gli involtini con il loro sugo in un piatto di servizio riscaldato e portate subito in tavola. A piacere si può versare sugli involtini qualche cucchiaio di salsa di pomodoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 FALSOMAGRO
Ingredienti per 6 persone:
1 fetta grande di vitello di circa 800 gr
250 gr di Macinato o tritato
220 gr di Mortadella o pancetta
120 gr di Caciocavallo
3 o 4 Uova sode
1 cipollina lunga fresca
Olio d’oliva
Sale
Pepe
1 spicchio d’aglio
Prezzemolo
1 uovo
preparazione: 55 min
Come fare:
Si condisce il tritato come per fare le polpette. La carne tritata, amalgamata con un uovo sbattuto, sale, pepe, spicchio d’aglio tritato finissimamente, prezzemolo fresco tritato Sulla fetta di carne si mette la mortadella, il tritato, le uova sode, il formaggio e a piacere della cipolla nuova. Si avvolge e si lega con lo spago. Farlo,prima soffriggere e poi cucinarlo con salsa di pomodoro e concentrato.

 

 

 

BUCCELLATO
Ingredienti per quattro persone:

300 gr. di farina
125 gr. di burro,
50 gr. di zucchero,
cucchiaio di vino Marsala,
300 gr. di fichi secchi,
30 gr. di pinoli,
30 gr. di scorza di arancia candita,
50 gr. di zuccata
30 gr. cioccolato fondente
200 gr. di uva passa,
100 gr. di uvetta sultanina, 50 gr. di noci sgusciate
Procedimento: impastare in una terrina la farina, lo zucchero, il burro e il cucchiaio di Marsala. Appena il tutto è bene amalgamato, lasciare riposare per circa un’ora. Nel frattempo preparare il ripieno con i fichi secchi, l’uva sultanina, l’uva passa, le noci, i pinoli, la scorza d’arancia e il cioccolato fondente e triturare tutto finemente aggiungendo un poco di zucchero. A questo punto stendere la pasta con un mattarello, sistemare il ripieno e avvolgere a forma di ciambella. Il buccellato poi deve esser adagiato su di una teglia unta ed infarinata, spennellato con l’uovo battuto e cotto al forno. Successivamente scaldare 4-5 cucchiaiate di miele per versarle nel buccellato in modo da renderlo lucido e la guarnizione del dolce con della frutta candita mista.

 

 
CANNOLI

•150 g di farina "00"
•500 g di ricotta di pecora fresca
•15 g di cacao in polvere
-1 cucchiaio di Marsala
•gocce di cioccolato
•270 g di zucchero
•20 g di burro
•mezzo litro di olio di semi
•zucchero a velo
•1 uovo
 Per l'impasto delle "scorce"

1.Mettere la farina in un ampio recipiente.
2.Ricavare, con le dita, un buco centrale e collocarvi il burro.
3.Aggiungere l'uovo, il cacao e il Marsala.
4.Impastare con le mani fino a ottenere una pasta elastica, lavorabile, ma non troppo morbida.
5.Lasciare riposare in frigorifero per 2 ore.
Per la farcitura

1.Raffinare la ricotta passandola in un setaccio per rendenderla più cremosa.
2.Aggiungere lo zucchero e mescolare per amalgamare il composto.
3.Aggiungere le gocce di cioccolato. Per chi li ama, si possono aggiungere anche dei canditi.
Per i cannoli

1.Estrarre la pasta dal frigo dopo 2 ore.
2.Stendere la pasta con un mattarello fino a raggiungere una sfoglia sottile. Aiutarsi con la farina per evitare che l'impasto si attacchi al mattarello.
3.Ritagliare dei quadraticon un coltello.
4.Avvolgere i quadrati sulle forme per cannolo, pressando bene i punti di giuntura.
5.Mettere a scaldare l'olio di semi in un'ampia padella.
6.Friggere le scorce con la forma inserita, girando di quando in quando finché la cottura non è ultimata.
7.Una volta dorate, estrarle dall'olio e deporle su carta assorbente affinché rilascino l'olio in eccesso.
8.Estrarre le formine dalle scorce e riempirle con la crema di ricotta preparata in precedenza.
9.Spolverare con zucchero a velo.


















SORBETTO DI LIMONE
1000 gr di limoni
500 ml. di acqua
250 gr. di zucchero
chiara d'uovo (facoltativa)
Preparazione
Preparare uno sciroppo con l'acqua, lo zucchero e alcune sottili scorze di limone facendolo bollire 5-6 minuti. Quando si sarà raffreddato, filtrarlo e aggiungere il succo filtrato dei limoni. Mettere nel congelatore, avendo cura di mescolare il sorbetto di tanto in tanto perché non si formino cristalli di ghiaccio. Quando comincia a solidificarsi si possono amalgamare un paio di chiare sbattute a neve fermissima per ottenere una maggiore spumosità . Servire in calici flûte.

 

 










               AUGURI

 

 

 

4 commenti:

  1. ‎*.˛.°★。˛ °.★** **★* *˛.
    ˛ °_██_*。*./ \ .˛* .˛.*.★* *★ 。*
    ˛. (´• ̮•)*˛°*/.♫.♫\*˛.* ˛_Π_____. * ˛*
    .°( . • . ) ˛°./• '♫ ' •\.˛*./______/~\*. ˛*.。˛* ˛. *。
    *(...'•'.. ) *˛╬╬╬╬╬˛°.|田田 |門|╬╬╬╬ .
    ... ... ¯˜"*°••°*"˜¯`´¯˜"*°••°*"˜¯ ` ´¯˜"*°´¯˜"*°••°*"˜¯`´¯˜

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello questo disegno,grazie Claudia per essere passata dal mio blog

      Elimina
  2. cheeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee biluuuuuuuuuuuuuuu <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3 <3

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...